Archivio news 02/07/2020

DOPO IL COVID, SI PARTE COL BOTTO: AL VIA IL MADRIGAL CUP 2020!!

Prima giornata ricca di goal, emozioni e sorprese in tutte le gare.

 

"Scoppiettante inizio al Centro Sportivo Madrigal. Il Madrigal Cup 2020 ha aperto i battenti ed in questa prima giornata
ha regalato sorprese, mine vaganti, gioie e dolori alle varie pretendenti al titolo."


GIRONE C

REAL CERCOLA 4 - 4 I MASTRO'

Pronti via. La partita inaugurale della competizione vede all'opera la vincitrice della prima edizione dello scorso anno, il Real Cercola
che affronta I Mastrò. Una partita bellissima e finita con un rocambolesco pareggio 4-4.
I Mastrò partono forte e si portano sul doppio vantaggio, ma l'esperienza dei campioni in carica si vede e si sente tanto.
La differenza di Varriale e Pipolo (davvero imprendibili i due) per I Mastrò viene annullata da Esposito, portierone sempreverde dei campioni
e da bomber Ciro Favetta che si carica la squadra sulle spalle ed evita il primo dispiacere alla sua compagine.
Pareggio giusto, ma che non accontenta nessuna delle due squadre,
obbligate entrambe a vincere nel prossimo turno per scacciare lo spettro dell'eliminazione.

AVERSA ATTIVA 2 - 1 LIVERPOOL

Seconda partita del Girone C, Aversa Attiva-Liverpool.
La sorpresa della prima giornata è tutta in questo risultato qui. 
Il Liverpool, partito con ambizioni importanti, si trova di fronte una squadra arcigna, tosta e soprattutto rapida.
Questa è stata l'arma in più dell'Aversa Attiva, rintanatasi nella propria metà campo, lasciando campo e possesso ai ben più dotati tecnicamente 
Paradiso e Petricciuolo, sapendo soffrire e soprattutto aiutata da un muro invalicabile tra i pali di nome Arcione.
Provvidenziale in almeno cinque occasioni lampanti, l'estremo difensore aversano ha alzato un vero e proprio bunker
che soltanto Paradiso su calcio di punizione è riuscito a trafiggere.
Il contropiede degli aversani è stato folgorante e per due volte Rimo Di Ronza ha gioito e regalato i primi tre punti all'Aversa Attiva.

__________________________________________________________________________________________________________

GIRONE A

F.C. SINALOA 7 - 6 LA CAPANNINA

Nel girone A si sfidano alla prima giornata le due squadre più accreditate al passaggio del turno, le squadre di due presidentissimi, 
ovvero il Sinaloa di Giovanni Amabile e La Capannina di Pasquale Alfano. Questa è stata di gran lunga la partita più bella della prima giornata.
Match sempre in discussione, non c'è mai stata una predominanza vera e propria e le squadre si sono risposte colpo su colpo, 
ma ad uscirne fuori con i tre punti è il Sinaloa che ha festeggiato una importantissima vittoria in chiave classifica. Risultato finale 7-6.

Parte meglio La Capannina, molto organizzata e con il pallino del gioco in mano, nonostante di fronte abbia tanti calciatori di lustro.
 Tra le fila de La Capannina da segnalare le ottime prestazioni del portiere Testa, ma soprattutto di Rinaldi (sempre una sicurezza)
e del funambolo Roghi che ha deliziato tutti con giocate di alta classe, ma non sono bastate ad evitare questa sconfitta.
Il Sinaloa ha il merito o la fortuna di avere in rosa un calciatore straordinario, che corrisponde al nome di Michele Emmausso,
vero e proprio gioiello della squadra del presidente Amabile e del calcio professionistico: le sue quattro reti hanno fatto la differenza
e la sua intesa con Felleca (tripletta per lui) è un film da rivedere più volte. A farla da padrone in mezzo al campo per il Sinaloa è stato però Luca Russo,
che ha giganteggiato e si è preso la palma di migliore in campo.

MIAO SOCCER 4 - 10 SHAKHTAR DONETSK 

Partita che ha regalata tanti goal quella tra Miao Soccer e Shakhtar Donetsk: il risultato finale sorride allo Shakhtar per 10-4.
I ragazzi della Miao Soccer, con l'handicap delle sostituzioni, a lungo andare, hanno lasciato tanto e troppo campo 
ai giovani "orange", che hanno saputo approfittare di ogni minimo errore degli avversari.
Molto in vena è parso Labriola, che con le sue quattro reti ha messo un punto esclamativo sull'incontro.
Altro calciatore importante per questa squadra è stato sicuramente D'Angelo (in rete per tre volte) presente su tutti i palloni.
Per la Miao Soccer questa è una brutta batosta, sottotono alcuni dei migliori calciatori,
soltanto Di Costanzo è sembrato in palla, autore di due goal, di tanta corsa e sacrificio.
La Miao Soccer deve voltare subito pagina e la prossima partita potrebbe essere quella giusta.

_________________________________________________________________________________________________________

GIRONE B

IMPIANTISTICA SAGGESE 0 - 7 REAL NAZIONALE

Nella prima partita del girone B a far rumore non è tanto la vittoria della Real Nazionale, ma il risultato: secco 7-0.
La partita non ha molto da dire e non suscita emozioni, è un monologo della Real Nazionale: ogni azione diventa pericolosa
e mette brividi agli avversari. Una volta sbloccato l'incontro, la gara si mette in discesa e piovono reti a raffica.
All'Impiantistica Saggese manca la fame, la grinta e la determinazione, tutte caratteristiche che i loro avversari possiedono e mettono in mostra.
Se vuole davvero provare a qualificarsi, la squadra di San Giuseppe ha bisogno di cambiare totalmente assetto
e mettere in campo, nelle prossime gare, un pò di brio o per meglio dire la famosa "Garra Charrùa".
La Real Nazionale si porta a casa i primi tre punti in un girone abbastanza ostico e guarda già alla prossima giornata.
Un risultato positivo potrebbe voler dire qualificazione con un turno di anticipo.

ARGENTINA 0 - 3 BRONX FAITO

La partita è stata persa a tavolino dall'Argentina per problemi di natura logistica. 

_________________________________________________________________________________________________________

GIRONE D

NEW RIVAUTO 2 - 6 HOSPITAL CARE

In questo Girone D troviamo la seconda sorpresa di giornata: l'Hospital Care.
Partita con i risultati del pronostico decisamente a sfavore contro la quotatissima New Rivauto dei presidenti Tozzi e Piccolino,
la squadra presidenziata e gestita da Pagliuca colpisce, lascia il segno ed affonda incredibilmente i suoi avversari, asfaltandoli sotto tutti i punti di vista.
Prestazione da dimenticare per la New Rivauto che, complice numerosi errori individuali (specialmente in fase difensiva), 
regala i tre punti agli avversari, che si sono comunque dimostrati all'altezza della sfida.
I ragazzi della Hospital Care volano letteralmente in campo e sovrastano i propri avversari.
Sugli scudi Manolo Adamo vero mattatore della serata con cinque reti messe a referto e pallone portato a casa.
Ma questa è stata la vittoria di tutta la squadra: Cardone è stato onnipresente sul rettangolo di gioco,
il giovane D'Aniello è stato quasi insuperabile, lasciando soltanto le briciole a Scielzo e Volonnino.
Paolella è stato prodigioso con numerosi interventi decisivi che hanno aiutato la sua squadra a portare la vittoria a casa.
Per quanto riguarda la New Rivauto, a fare la differenza sono state le prestazioni sottotono dell'estremo difensore Iacuzio,

la fase difensiva completamente da rivedere e la pochissima verve di Scielzo e Volonnino, che a dispetto del loro nome,
si sono lasciati sopraffare dai propri avversari in maniera piuttosto netta.
La prossima giornata sa già di ultima spiaggia per la New Rivauto, obbligata a vincere per evitare una clamorosa eliminazione.

SAN PAOLO 14 - 5 BAR FAMILY

Una partita che ha ben poco da raccontare. A far rumore, più che altro, è stato lo svantaggio iniziale del San Paolo.
La squadra della "Triade" Contardo, Mascitelli e Serafino prende dopo un pò le misure ed inizia a giocare un calcio strepitoso:
tanta corsa, continue verticalizzazioni ed azioni offensive che hanno messo letteralmente in ginocchio il Bar Family.
Man of the match dell'incontro è senza ombra di dubbio Gennaro Signorelli, autore di cinque reti e numerose giocate da campione.
Il San Paolo gioca praticamente a memoria, Giacobbe è un pilastro importante della squadra, 
ma bisognerebbe fare un lungo elenco, poichè tutti i membri della squadra hanno giocato una gara pressochè perfetta.
Una menzione speciale per Franco e Picascia, calciatori che non sbagliano una partita e danno l'anima in campo.
Per il Bar Family c'è la possibilità di rifarsi nel secondo turno contro la New Rivauto, con l'obbligo però di vincere.
Altra partita proibitiva, ma non sono escluse sorprese..

 

 

         FONTE : ANTONIO COCCHIO (UFFICIO STAMPA LAE SOCCER)